Bambini autistici, l’impegno della Fondazione i Bambini delle Fate per finanziare studi e ricerche

Logo Fondazione i Bambini delle fateSono ormai imminenti le Feste natalizie e questo è forse il momento giusto per parlare dell’impegno di Pasta Zara nel sociale. In particolare, siamo orgogliosi di partecipare, assieme da altri imprenditori, al progetto “Università degli studi”, perché è un progetto che vuole trasmettere speranze ai bambini affetti da autismo.
Tutto nasce dalla Fondazione i Bambini delle Fate, di Castelfranco Veneto (Treviso), fondata del 2005 da Franco Antonello, imprenditore e padre di un bambino autistico, che è riuscito a creare un felice connubio tra impresa e sociale finalizzato a sostenere l’infanzia affetta da autismo, aiutando la scienza medica a trovare una cura per una patologia dalle molte ombre che colpisce lo 0,6% della popolazione.
Tra i tanti progetti messi in cantiere dalla Fondazione, c’è appunto quello che vede la partecipazione di Pasta Zara per sostenere, all’Università di Padova, dipartimento di Pediatria, laboratorio Diagnosi e studio malattie rare (Centro per la ricerca e l’innovazione della diagnostica e caratterizzazione genetico-molecolare delle malattie rare dell’età evolutiva), uno studio condotto dalla dottoressa Alessandra Murgia sul ruolo dei geni responsabili di alcune forme di autismo, attraverso un nuovo macchinario, un sequenziatore genetico, in grado di ottenere sequenze di ampie regioni del genoma con tecniche avanzatissime.
Studiare i geni responsabili dell’autismo, comprendere le cause della malattia, accrescere le conoscenze scientifiche deve poter essere tradotto in un vantaggio clinico e la possibilità di ottenere una diagnosi precisa e precoce in questo senso è fondamentale perché offre una migliore prospettiva di riabilitazione e trattamento anche in assenza di terapie farmacologiche specifiche. Nasce così il progetto che propone nuove sfide tecnologiche per una diagnostica avanzata.
Il reparto di pediatria padovano, inoltre, lavora a stretto contatto col Dipartimento di pediatria molecolare e col Laboratorio di genetica del neuro sviluppo che a loro volta hanno intrecciato rapporti di collaborazione con il Children’s hospital di Sydney e con i centri sanitari di Washington, Toronto e Tel Aviv, creando così una rete internazionale di ricerca sulla genetica molecolare delle malattie del neuro sviluppo che mira a trasferire le conoscenze in pratica clinica. Si sta lavorando su un farmaco che potrebbe essere in grado di migliorare le capacità comunicative dei bambini con handicap mentale medio grave. Sarebbe un grandissimo passo in avanti.
Oltre a questo studio,che ha una durata triennale, e sempre attraverso la Fondazione i Bambini delle Fate, Pasta Zara dal 2012 sosterrà un secondo progetto con Ospedali civili di Brescia.