header-interno-2015

Bigoli veneti al sapore di orto e mare

Introduzione

Il bigolo è un classico formato di pasta lunga presente nella cultura veneta già in epoca settecentesca e consumato come pietanza unica. Si preparava con l'apposito "bigolaro", una pressa in bronzo che permetteva di mandare in "pressione" la pasta molto dura, producendo così i classici bigoli che potevano poi essere conservati per molto tempo.

Procedimento

In una padella con l'olio lasciate rosolare il trito sottile di porro e scalogno. Stemperate all'interno le acciughe e inserite i pinoli, poi aggiungete i carciofi a fette sottili. Unite ora le listarelle di seppie e lasciate cuocere a fuoco vivo. Condite con sale e pepe e fate in modo che il tutto sia leggermente morbido. Unite i fagioli cotti e impreziosite il tutto con le erbe aromatiche a disposizione. Cucinate la pasta in abbondate acqua bollente e salata. Scolatela al dente e conservate un po' dell'acqua di cottura. Saltate i bigoli in padella con la salsa e unite l'acqua conservata. Servite con foglie di basilico spezzettato.

Ingredienti per 4 persone
320 gr Bigoli Veneti
40 gr Porro
40 gr Scalogno
180 gr Carciofi
240 gr Seppie
40 gr Pinoli
60 gr Cannellini già bolliti
40 gr Acciughe
Menta
Prezzemolo
Basilico
Sale
Pepe

Bragagnolo Reserve

Bigoli Veneti

Bigoli VenetiBigoli Veneti confezione
Valori nutrizionali medi per 100 g di pasta
Valore energetico 350 Kcal - 1482 Kj Grassi 2,0 g
Proteine 11,0 g Grassi saturi 0,5 g
Carboidrati 69,0 g Zuccheri 2,9 g
Fibre alimentari 6,0 g Sodio 0 g