header-interno-2015

Cannelloni di baccalà su crema di cipolla

Introduzione

La parola baccalà deriva dal portoghese "bacalhao" che a sua volta riprende il fiammingo "bakkaliaum", e indica il merluzzo conservato sotto sale, mentre quello secco si chiama stoccafisso. Il merito della salatura del merluzzo é degli olandesi che nel Seicento introdussero questa tecnica direttamente sui pescherecci.

Procedimento

In una padella a fondo largo, lasciate rosolare la cipolla e l'aglio nell'olio caldo. Aggiungete poi il baccalà gia bagnato e lasciatelo cuocere aggiungendo poco latte e brodo vegetale. Condite con pochissimo sale e pepe e cospargete con poca farina. Mescolate con insistenza e fate in modo che il baccalà si rompa del tutto, tanto da diventare un composto omogeneo e cremoso. Lasciate raffreddare bene e poi riempite i cannelloni a disposizione. Disponeteli in una placca imburrata, cospargeteli con la salsa besciamella morbida e infornate a 180 gradi per 20 minuti. In una padella con poco olio, lasciate rosolare il porro e le patate, unite poco brodo e fate in modo che tutto diventi cremoso. Riducete in salsa fine con l'ausilio di un frullatore ad immersione e condite con sale e pepe. Disponete la salsa di patate sul fondo del piatto e adagiate sopra i cannelloni ben caldi, guarnite con scaglie di tartufo e la fetta di zucca fritta.

Ingredienti per 4 persone
8 Cannelloni
100 gr Cipolla
1 Spicchio d'aglio
320 gr Baccalà sotto sale già bagnato
1 dl Latte
1 dl Brodo
40 gr Farina
2 dl Besciamella
60 gr Grana
40 gr Burro
250 gr Patate
100 gr Porro bianco
6 gr Tartufo nero
80 gr Zucca cruda sottile e fritta
Sale
Pepe

Lasagne e cannelloni

115 Cannelloni

115 cannelloniCannelloni
Valori nutrizionali medi per 100 g di pasta
Valore energetico 350 Kcal - 1483 Kj Grassi 1,2 g
Proteine 12,0 g Grassi saturi 0,3 g
Carboidrati 71,0 g Zuccheri 3,2 g
Fibre alimentari 3,5 g Sodio 0,002 g